LOGO FinancialClass

"Italia mon amour" è il tema della quinta puntata di Bake off Italia, dolci in forno in onda su Real time. Ospite di Benedetta Parodi il re della pizza Gino Sorbillo che presenta una rivisitazione American Style della pizza con ananas e banane. A dare ottimi consigli ai concorrenti c'è il maestro Sorbillo che suggerisce:
"l’importante è una cottura giusta"  Il tempo a disposizione per questa prova creativa è di 90 minuti. Le pizze proposte sono le più svariate da quella con  alette di pollo, cheddar e patate dolce a quella allo zafferano con l'aggiunta di spaghetti di zucchine. A vincere la prova è Tony  grazie alla sua proposta con 4 gusti .
Per Sorbillo l'applauso non solo dei concorrenti e della produzione ma anche dei social, in tantissimi hanno lodato o sognano di gustare almeno una volta la pizza del maestro napoletano.



Lo chef Alessandro Borghese apre la sua cucina nel cuore di Milano, nell'edificio di Gio Ponti. L'idea di una cucina grande e luminosa e sopratutto divisa da un vetro fumè, dove gli ospiti possano godersi la preparazione per poi gustarla. E' questo il punto di forza di Alessandro Borghese la semplicità del lusso!

La colazione, soprattutto quando si viaggia è fondamentale e, spesso, sostituisce un pasto completo. Tant’è che nelle
catene internazionali ormai è considerata come un extra rispetto alla prenotazione della stanza. Il suo costo infatti pesa, non poco, sul conto finale. L'Hotel de Crillon, della catena Rosewood Hotel, è stato il più premiato vincendo 5 titoli ( Miglior Hotel in Europa, Miglior Gruppo Alberghiero, Miglior Interior Design e Architettura in Europa, Miglior Bar di un Hotel in Europa, Miglior Comunicazione interattiva alberghiera nel mondo) quello si è aggiudicato il titolo per la migliore colazione è il Majestic Hotel a Barcellona, dove il desayuno a buffet è spettacolare. Nella cinquina finale c’erano anche La Ponche a Saint Tropez, L'Apogée a Courchevel, l’Hotel Eden a Roma e il Sofitel Legend The Grand ad Amsterdam. 

Le ostriche sono ancora oggi il simbolo della raffinatezza e del lusso e in una sorta di ideale gemellaggio sono abbinate allo champagne. La loro patria d'elezione è la Francia dove si possono gustare anche anche agli angoli delle strade. Le più pregiate sono quelle originarie della Bretagna. Ed è questa la stagione ideale gustare le ostriche.


L'effetto delle condizioni climatiche favorevoli in una estate in cui è caduto il 56% in più di pioggia che ha permesso la moltiplicazione del più prezioso frutto dell'autunno. Per pezzature medie attorno ai 20 grammi, di inizio stagione che fanno segnare valori più convenienti rispetto ai 450 euro all'etto dello scorso anno facendo volare i consumi. Si spera dunque in una raccolta da record per il Tuber magnatum Pico che si sviluppa in terreni freschi e umidi. Dal Piemonte alle Marche, dalla Toscana all'Umbria, dall'Abruzzo al Molise, ma anche nel Lazio e in Calabria sono numerosi. Si stima che siano coinvolti complessivamente circa duecentomila raccoglitori ufficiali che riforniscono negozi e ristoranti ed alimentano un business che comprensivo di indotto sviluppa un valore stimato in circa mezzo miliardo di euro tra fresco.


Most Read Posts